Booking

Chinese Man

Chinese Man

admin

aprile 3rd, 2014

0 Comments

Adorati da ogni parte del mondo per la loro capacità di mescolare hip hop, funk, trip hop, dance e suggestioni globali, tra i migliori scratcher ed interpreti della scena breakbeat, i Chinese Man sono un collettivo francese che accorpa, sotto lo stesso tetto, djs, producers, musicisti, graphic designers e moviemakers, tutti devoti a diffondere ovunque la filosofia “Zen Spirit”, tra bassi supersonici e vecchi music samples, ricuciti abilmente sulle proprie produzioni per creare anche sul palco un viaggio audio/video a 360°.

Sono stati e continuano ad essere accompagnati sul palco da cantanti che ciclicamente cambiano, pur restando nella rete dell’etichetta. Da diversi anni sono fedeli compagni live i rapper del gruppo A State Of Mind (A.S.M.), che vanta collaborazioni con i più grandi produttori e band della scena d’oltralpe e non come Wax Tailor e Deluxe, e Youthstar, storico Mc della scena drum&bass mondiale, fresco del suo primo album da solista.

Attivi dal 2004, dietro questo multietnico collettivo c’è l’omonima etichetta, Chinese Man Records, uno dei più importanti progetti di etichette indipendente d’Europa. Fieramente indipendente comincia (e continua da oltre dieci anni) a produrre musica apprezzata in tutto il mondo lanciando artisti come i Deluxe, Scratch Bandits Crew, Taiwan Mc, Youthstar e molti altri.

Dietro il collettivo Chinese Man, nato anch’esso nel 2004, troviamo High Ku, Sly e Zè Mateo, i tre pilastri a cui si aggiungono di volta in volta vari collaboratori. Instancabili guerrieri del sound, i tre membri realizzano due edizioni di The Groove Sessions, Vol. 1 nel 2007 (che contiene la super hit I’ve Got That Tune, brano scelto dalla Mercedes-Benz per una sua campagna pubblicitaria) e Vol. 2 nel 2009, a cui fa seguito un live DVD. Il 2011 è la volta dell’acclamato Racing With The Sun, e l’anno dopo ne esce il remix album Remix With The Sun. Un lungo quanto glorioso tour dà poi luce al CD/DVD Live A’ La Cigale nel 2013, seguito nel 2014 dal Vol. 3 di The Groove Sessions e all’EP Once Upon A Time che vede la partecipazione tra gli altri della storica voce reggae Johnny Osborne. In occasione dei dieci anni di attività (e dei dieci anni di label), i Chinese Man allargano lo spettro delle loro collaborazioni andando ad includere nuove figure che negli anni sono state fonte di ispirazione per High Ku, Sly e Zè Mateo. Nel 2015 pubblicano l’album “The Journey”, anticipato dall’EP Sho-Bro.

Il 2017 è l’anno di uno dei lavori più maturi del trio francese, “Shikantaza”, un vero e proprio viaggio musicale, fisico ed introspettivo della band nella cultura e filosofia asiatica ed indiana. “Shikantaza” è un termine utilizzato nelle scuole Zen e buddiste e letteralmente significa “nothing but (shikan) precisely (da) sitting (za)”, descrivendo l’attitudine adottata durante la meditazione zen. La prima traccia, Shikantaza, è aperta dal kargyraa, tipico canto di gola mongolo e tuvano, e presenta molte influenze e suoni che sono tipici della musica dell’Estremo Oriente. Segue “Liar”, la hit dell’album in collaborazione con Kendra Morris, e si prosegue in un viaggio musicale unico capace di spaziare senza soluzione di continuità tra hip hop, rap, funk, break, dance: un “indi groove”, per citare un loro classico, difficilmente richiudibile in definizioni di genere.

PER INFO E DISPONIBILITÀ

BASED
Marseille, France

TRAVELLING
10 +

SOCIAL

facebook instagram soundcloud twitter youtube

FOTO

VIDEO

SOUNDCLOUD

Comments are closed.

Low Fi Promotion

MENU
WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien